Home Restaurant – aprire un ristorante in casa

0
90
views

home-restaurant

Quanti, invitano i propri amici a pranzo o cena a casa propria, destreggiandosi tra i fornelli come cuochi provetti?

A Londra, nel 2009, Mis Marmite iniziò ad accogliere a casa sua, alla sua tavola, ospiti disposti a pagare piccole cifre per stare con lei ed assaggiare i suoi manicaretti.

Nel frattempo, si faceva conoscenza e si poteva conversare amichevolmente, in tutta tranquillità.

Questa iniziativa, è diventata in breve tempo una vera e propria moda, che si è diffusa in mezzo mondo.

Ad oggi, gli home restaurant ovvero, le persone che mettono a disposizione di perfetti sconosciuti la loro tavola e il cibo che cucinano, sono diventati veramente numerosi in tutta Italia.

Home Restaurant – Come funzionano?

Diciamo che Tizio, il cook/cuoco padrone di casa, ad una data prefissata, prepara una cena a casa sua, definendo il menu, la cifra richiesta per persona e il numero massimo di persone che vuole o può ospitare.

Chi decide di parteciparvi è lo gnammer, il cliente.

Per mettere in contatto il cook e lo gnammer sono nati alcuni siti, o social network del gusto, che pubblicano le proposte e consentono di prenotarsi.

Alcuni di questi siti hanno anche una propria app per il mobile, un profilo Facebook ed alcuni, anche un canale YouTube.

Alcuni nomi: Gnammo, PeopleCooks, HomeRestaurant

Tanti sono ormai i cook che propongono soluzioni e situazioni particolarmente gustose e accattivanti.

Ma, a parte quelli che chiedono cifre decisamente modeste (Es. 6 Euro a persona), per tutti gli altri, non bisogna pensare ad un modo facile per mangiare bene e a poco prezzo perchè, si possono raggiungere anche gli 80 Euro a persona.

Però, l’offerta è spesso di qualità elevata, gli ingredienti scelti sono fra i migliori e a Km zero, i piatti sono della cucina tradizionale locale e la cena è una vera esperienza emozionale, che immerge gli gnammers nella vita quotidiana della casa del cook.

I turisti, italiani e non, ne trarranno senz’altro un’esperienza indimenticabile.

Per questo tipo di attività, proprio in questi giorni, la Commissione Attività Produttive del Governo ha emanato il Ddl AC-3258 che regola la ristorazione privata, svolta nelle abitazioni utilizzate dagli stessi “ristoratori”.

Articolo precedenteMolveno (TN) il lago svuotato
Prossimo articoloTurismo Sanitario in Emilia Romagna
Appassionato di viaggi, amo le partenze. L'arrivo non è mai un punto fermo, ma l'ennesimo dal quale ripartire. Col tempo, ho imparato che le esigenze cambiano e che non basta andare, ma serve saper scegliere. Con Italturismo, provo a raccogliere idee, indicazioni, spunti e suggerimenti da condividere con voi, attraverso i vostri commenti e i vostri suggerimenti.
CONDIVIDI

Commenta