Turismo Sanitario in Emilia Romagna

viaggiare senza interrompere le cure sanitarie

0
81
views

turismo-sanitario-emilia-romagna

Nasce in Emilia Romagna il Dipartimento Internazionale per il Turismo Sanitario

L’Emilia Romagna, terra di Turismo, EnoGastronomia, Cultura, Wellness, Motori e Centri per la Cura della Persona e la Salvaguardia della Salute ha deciso, assieme alla StartUp TuriSalus, di dare vita ad una iniziativa coordinata per la soddisfazione delle esigenze di chi, pur con particolari necessità sanitarie, non vuole rinunciare ad una vacanza in questo fantastico Territorio.

turi-salus-emilia-romagnaQuindi, a brevissimo verrà aperto uno sportello informativo telematico al quale, il paziente-turista potrà inviare, mediante appositi moduli, le proprie richieste turistiche e di cura.

In tempi rapidissimi, massimo 48 ore, il Punto Unico di Accesso, coordinando i vari passaggi, fornirà una proposta integrata sanitaria-turistica basata sulle richieste formulate.

Questa attività, non sarà “stagionale”, ma attiva tutto l’anno.

Riassumendo: “Il Punto Unico di Accesso riceverà dal cliente-paziente un medical report sul proprio stato di salute, con la richiesta di individuare la struttura sanitaria più appropriata per le cure mediche di cui necessita. Assieme al report, il cliente invierà anche un format precompilato contente le indicazioni delle sue priorità e interessi turistici, oltre ai servizi aggiuntivi extra-ospedalieri per i quali manifesta interesse. L’operatore turistico elaborerà tutte le informazioni ricevute fornendo in tempi rapidi un pacchetto turistico “personalizzato” contenente le opzioni espresse dal cliente“.

 

Commenta